La stagione GOG 2024/2025: 24 concerti al Teatro Carlo Felice, dal 14 ottobre

Bruno Maderna

nasce la musica elettronica: Fabio De Rosa

13 aprile 2023 ore 20:30 Teatro Akropolis Acquista i biglietti

GOG Giovine Orchestra Genovese
in collaborazione con Teatro Akropolis

INTERPRETI

  • Fabio De Rosa flauto
  • Realizzazioni elettroniche originali di Bruno Maderna e Marino Zuccheri nello Studio di Fonologia di Milano della RAI Radiotelevisione Italiana

PROGRAMMA

Bruno Maderna: nasce la musica elettronica
Per il 50° anniversario della morte di Bruno Maderna

  • Bruno Maderna
    Musica su due dimensioni per flauto e nastro magnetico
  • Claude Debussy
    Syrynx per flauto solo
  • Bruno Maderna
    Continuo, Notturno, Syntaxis

ACCESSO AL TEATRO AKROPOLIS

Il pubblico potrà usufruire di un parcheggio gratuito antistante il teatro.

DONA ORA

Sostieni con noi l’iniziativa Musica per il futuro, per diffondere la cultura musicale tra i bambini e i ragazzi
Fai ora la tua donazione.

Scegli la tua musica: destina il tuo 5x1000 alla GOG.
Codice fiscale 80007850102

Terminato

Bruno Maderna è tra i nomi cardine dell’avanguardia musicale del secondo dopoguerra. Grande creatore di musica per orchestra, radio, televisione e cinema, nei primi anni Cinquanta è tra i primi compositori che cominciano a fare esperimenti di musica senza strumenti, tra cui, proposto durante il concerto al Teatro Akropolis, Musica su due dimensioni, per flauto, percussioni e nastro magnetico: il primo lavoro al mondo in cui vengono utilizzati contemporaneamente strumenti tradizionali e suoni sintetici registrati.

Fabio De Rosa si diploma nel 1993 in flauto traverso presso il Conservatorio "A. Vivaldi" di Alessandria, con Mara Luzzatto.
Dal 1989 al 1994 si perfeziona a Firenze con Michele Marasco e a Basilea con uno dei massimi flautisti del Novecento, Aurèle Nicolet. Ne diventa allievo sotto suo espresso invito.
Nel 1997 viene ammesso alla Hochschule für Musik di Zurigo, nella classe di Philippe Racine e nel 2000 consegue il Konzertreife Diplom.
Nel 1998 entra a far parte dell'Aulodia Ensemble diretta da Pietro Borgonovo.
Nel 2002 partecipa ad una tournée in Giappone con la soprano Miwako Matsumoto e l’Orchestra Classica di Alessandria diretta da Giorgio Proietti. In quest’occasione suona alla prestigiosa Kioi Hall di Tokyo ed incide un cd per JVC.
Nel 2011 Fabio De Rosa suona in duo con la pianista Stefania Neonato, con la quale effettua una tournée culminata nella registrazione di un cd che comprende i principali capolavori del repertorio ottocentesco per flauto e pianoforte: al cui interno si può ascoltare in prima registrazione mondiale la prima versione della variazione V del brano le Variations pour le Piano et le Flûte op. 160 di Schubert, uscito nel luglio 2012 per la casa discografica Dynamic.
Dal 2013 Fabio De Rosa suona in duo con il pianista Emanuele Delucchi con il quale nel marzo 2016 ha pubblicato un cd di trascrizioni delle Sonate op. 30 per violino e pianoforte di Beethoven per la casa discografica Dynamic.
Dal 2017 Fabio De Rosa è primo flauto dell'Orchestra Sibelius di Rapallo con la quale si esibisce spesso in qualità di solista.
Collabora regolarmente con l'arpista del Teatro Carlo Felice Laura Papeschi.
Suona un flauto Louis Lot, Paris, del 1882. 

Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK